Dal Parco dello Spungone al recupero di Castelnuovo. Ipotesi di salvaguardia e valorizzazione dell'Appennino forlivese

Dal Parco dello Spungone al recupero di Castelnuovo. Ipotesi di salvaguardia e valorizzazione dell'Appennino forlivese

€ 7,80 € 12,00 35%
€ 4,00

Codice: 374211968748731

Editore: Polistampa

Categoria: Animali - Natura

Ean13: 9788859607304

Prefazioni di Carla Giuseppina Romby, Anna Marina Foschi. Firenze, 2010; br., pp. 132, ill. b/n, 12 tavv. col., cm 22x22.

  AGGIUNGI AL CARRELLO

Solo un prodotto disponibile

  • Autori: Guardigli Silvia
  • Soggetti: Arte del Legno (Cornice, Intaglio, Mobili..), Parchi, Giardini e Ambiente
  • Anno: 2010
  • Dimensioni: 22x22 cm
  • Spessore: 10 cm
  • Peso: 1 Kg

Lo Spungone è una dorsale rocciosa dell'Appennino tosco-romagnolo che va dalle colline faentine fino alle prime alture cesenati. Il volume offre due differenti letture della realtà del Parco dello Spungone: una di tipo analitico, l'altra di tipo operativo con le metodologie per un piano di recupero e di valorizzazione integrata del territorio stesso. Partendo dalle problematiche di più ampia scala (quale il museo diffuso sul territorio) lo studio arriva fino al caso particolare di Castelnuovo di Meldola, di cui sono proposti un'analisi ambientale, un rilievo storico-architettonico-materico e un'ipotesi di intervento. Il testo, arricchito da tavole a colori, documenta e illustra le ragioni delle scelte effettuate, proponendosi a un pubblico assai eterogeneo (enti, amministrazioni, associazioni, società e privati) come guida per lo sviluppo di attività coordinate e mirate. L'obiettivo è improntare una metodologia di indagine e d'intervento per un possibile programma di "tutela attiva" del territorio.

Potrebbero interessarti anche...
Attendi...