La giustificazione "Critica" delle nostre credenze sul mondo

La giustificazione "Critica" delle nostre credenze sul mondo

€ 7,58 € 7,75 3%
€ 4,00

Codice: 52968699375693

Editore: Polistampa

Categoria: Filosofia

Ean13: 9788883042119

Firenze, 2000; br., pp. 112, cm 14x21.

  AGGIUNGI AL CARRELLO

Solo un prodotto disponibile

  • Autori: Rizzi Erminio
  • Soggetti: Collezionismo (Bambole, Chiavi, Giocattoli)
  • Anno: 2000
  • Dimensioni: 14x21 cm
  • Spessore: 9 cm

Trattato filosofico. Indice: Il concetto di condizione “critico”. Il progresso delle conoscenze umane è “intensivo”. I corpi condizionano la possibilità delle parole. Il passaggio dalla condizione al condizionato richiede un salto creativo. Il regresso esplicativo. Il concepimento dell'esistenza dei corpi potrebbe essere spiegato solo se essi costituissero l'esito di un progresso intensivo del concepire. Sul carattere soggettivo delle percezioni. L'eredità kantiana. Materia e forma del conoscere. I tre orientamenti che potevano seguire a Kant. Idealismo post-kantiano e fenomelogia (secondo Heidegger). L'errore di Kant circa il rapporto conoscenza-esperienza. Ciò in cui consiste la conoscenza contrasta con ciò in cui consiste l'esperienza (quale apporto dato, oggettivo, almeno secondo quanto appare immediatamente). Perché si deve riconoscere che i corpi sono esistenze formali. Com'è possibile l'accordo tra le idee formali potenziali e le sensazioni? Le sensazioni pure. Il senso puro. L'io trascendentale è “anima”. Come diventano possibili le idee formali potenziali. Le condizioni trascendentali. Sullo scetticismo. Scienza e filosofia.

Potrebbero interessarti anche...
Attendi...