The Desire For Freedom. Arte in Europa dal 1945. XXX Mostra del Consiglio D'Europa

The Desire For Freedom. Arte in Europa dal 1945. XXX Mostra del Consiglio D'Europa

€ 5,18 € 32,00 83%
€ 4,00

Codice: 406742644569217

Editore: 24 ORE Cultura

Categoria: Cataloghi e monografie

Ean13: 9788866481553

Berlino, Deutsches Historisches Museum, 17 ottobre 2012 - 10 febbraio 2013. Milano, Palazzo Reale, 14 marzo - 2 giugno 2013. Tallin, Eesti Kunstimuuseum - Kumu Kunstmuuseum, 28 giugno - 29 settembre 2013. Cracovia, Muzeum Sztuki Wspolczesnej Mocak, 18 ottobre 2013 - 26 gennaio 2014. A cura di Monika Flacke, Henry Meyric Hughes e Ulrike Schmieglet. Milano, 2013; br., pp. 360, ill. e tavv. b/n e col., cm 21x28. (Cataloghi di mostra).

  AGGIUNGI AL CARRELLO

Disponibile

  • Autori: Flacke
  • Soggetti: Collezioni, Fotografia, Oreficeria (Argento, Gemme, Gioielli, Oro), Pittura, Saggi (Arte o Architettura), Scultura
  • Dimensioni: 21x28 cm
  • Spessore: 24 cm
  • Peso: 2 Kg

"Con questi frammenti ho puntellato le mie rovine", scriveva T.S. Eliot nel 1922, ignorando che la sua desolata terra interiore sarebbe presto diventata una distesa di morti e macerie sacrificati sugli altari di un conflitto mondiale. È allora sui frammenti di un'Europa sfregiata che l'arte del secondo dopoguerra ha dovuto costruire fondamenta nuove, e su un approccio che, se sgorga da riflessioni socio-esistenziali - la Ragione e i suoi limiti, l'Uomo e quanto possa essere disumano -, sfocia poi, inevitabilmente, su un versante intimo e personale. Il catalogo e la mostra raccolgono i dipinti, le fotografie, i video e le installazioni in cui, a partire dal 1945, 113 artisti hanno tradotte le memorie, le angosce, le denunce e le speranze di intere generazioni; e da cui traspare, con forza disperata, un comune, irresistibile desiderio di libertà. Celebri e meno noti, provenienti da 28 Paesi diversi, i protagonisti della scena culturale del secondo Novecento si fanno portatori di un'istanza che dev'essere, per l'umanità intera, sia fisica che morale. Da Picasso a Marina Abramovic', da Hirst a Cattelan a Francis Bacon a Magritte, la libertà è il filo conduttore di un evento che vede riuniti i musei, i collezionisti, gli studiosi e le gallerie di tutta Europa. Attraversata, stavolta, dall'impeto dell'arte e non della guerra.

Potrebbero interessarti anche...
Attendi...