Arte e architettura

La Casa del Mutilato di Macerata. Memoria, storia, arte

La Casa del Mutilato di Macerata. Memoria, storia, arte

€ 14,34 € 15,00 4%
Spedizione gratuita

Codice: 950422860722844

Editore: Simple

Categoria: Architettura

Ean13: 9788862599757

Macerata, 2014; ril., pp. 94, ill., cm 22x21,5.

AGGIUNGI AL CARRELLO

Disponibile

  • Autori: D'Amico Stefano
  • Soggetti: Architettura e Arte Civile, Arte del Legno (Cornice, Intaglio, Mobili..), Urbanistica e Viabilità
  • Anno: 2014
  • Dimensioni: 22x21,5 cm
  • Spessore: 8 cm

L'Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra di Macerata fu fondata il 9 marzo 1919 e, per alcuni mesi condivise la sede con il Comitato di Mobilitazione civile, probabilmente in alcuni locali del municipio. Cessata l'emergenza e sciolto il comitato i suddetti locali tornarono ad altra destinazione e il 3 settembre la presidenza della sezione fece un appello pubblico per trovare una nuova sede sociale. Le sorti dell'associazione cambiarono con l'avvento del fascismo. Benito Mussolini, ferito e invalido di guerra lui stesso, era ben consapevole del peso politico di una associazione che contava circa mezzo milione di iscritti. Per averla definitivamente dalla sua parte la eresse a Ente morale e si fece promotore della costruzione di una Casa del Mutilato in ogni capoluogo di provincia. Ispiratore e grande sostenitore della nuova sede maceratese fu l'ingegnere Cesare Benignetti presidente della sezione provinciale dal marzo 1926. Soltanto nel 1936, dopo tanto peregrinare, si concretizzò quell'aspirazione.

Attendi...