Arte e architettura

La mia rivincita

La mia rivincita

€ 11,40 € 12,00 5%
Free

Codice: 856483573232384

Editore: Le Mezzelane Casa Editrice

Categoria: Biografie

Ean13: 9788833282732

Santa Maria Nuova, 2019; ril., pp. 96, cm 15x21. (Oltre l'Orizzonte).

  AGGIUNGI AL CARRELLO

2 prodotti disponibili

  • Autori: Filippo Bisio
  • Soggetti: Cinema, Società e Tradizioni
  • Anno: 2019
  • Dimensioni: 15x21 cm
  • Spessore: 8 cm

La mia rivincita: il racconto in prima persona di un ragazzo che loa dal giorno in cui è venuto al mondo, che non vuole mollare mai, che malgrado le tante difficoltà date dalla propria patologia, cerca sempre uno scopo per andare avanc e dimostrare il proprio valore. "Una storia scria in modo crudo perché è cruda, che vuole soprauo raccontare i fa_ in modo direo al fine di suscitare riflessioni, trasmeere consapevolezze, permeere alle persone normodotate di immergersi in ciò che non possono comprendere ma solo immaginare": questo il desiderio dell'autore, oggi diciannovenne, che dice di voler prendere forza dal suo passato per migliorarsi e il cui maggior desiderio è quello di dare mocvo a chiunque di sorridere e di non lasciarsi mai sopraffare, perché "la diversità non esiste, è solo un blocco mentale che si crea nel momento in cui si ha a che fare con qualcuno che non rientra nel proprio schema di super uomo bensì di apparentemente anomalo". È questo che, per Filippo Bisio, molto spesso porta l'essere umano a creare una barriera tra se stesso e il "diverso": "perché fondamentalmente la normalità è un'utopia ... Siamo tu_ diversi l'uno dall'altro, perciò persino il conceo di diversamente abile decade per il semplice fao che nessuno sarà mai in grado di fare qualunque cosa. Tuo il genere umano, soo questo punto di vista, può essere definito inabile a qualcosa." La storia dell'infanzia e dell'adolescenza di un ragazzo che non ha mai permesso alla sua patologia di avere la meglio sulla sua vita di tu_ i giorni e sui suoi desideri, e che, talvolta con rabbia e tensione, combae contro una società che con fin troppa facilità dà ecchee e "non accea che ogni persona sia un individuo a sé, diverso quindi da tu_ gli altri, e che la normalità sia una delle tante invenzioni dell'essere umano."

Potrebbero interessarti anche...
Attendi...