Arte e architettura

Sardegna svelata. Arti e riti di passaggio verso la modernità. La Barbagia di Grazia Deledda dal 1871 al 1959

Sardegna svelata. Arti e riti di passaggio verso la modernità. La Barbagia di Grazia Deledda dal 1871 al 1959

€ 30,00

Codice: 75214180311645

Editore: Umberto Allemandi

Categoria: Saggistica d'Arte e Architettura

Ean13: 9788842211426

A cura di Gavina Ciusa. Torino, 2004; ril., pp. 191, ill. b/n, tavv. b/n e col., cm 20,5x24. (Varia).

AGGIUNGI AL CARRELLO

3 prodotti disponibili

  • Soggetti: Oreficeria (Argento, Gemme, Gioielli, Oro), Regioni e Stati, Saggi (Arte o Architettura), Società e Tradizioni
  • Anno: 2004
  • Dimensioni: 20,5x24 cm
  • Spessore: 13 cm
  • Peso: 1 Kg

Tra la seconda metà dell'Ottocento e la prima del Novecento una feconda attività culturale scuote Nuoro, cuore di Barbagia, e l'intera Sardegna. Risveglia una terra dove il Codice barbaricino disciplinava i comportamenti e i fondamenti dell'onore. La proietta con accelerate reazioni a catena dal Nuragico alla modernità. Dopo secoli di silenzio "La madre dell'ucciso" dello scultore Francesco Ciusa viene esaltata dalla Biennale di Venezia del 1907 e dalla critica; la parola di Grazia Deledda vince il Nobel per la Letteratura nel 1926. Riferimenti forti per quegli artisti che coniugando impegno intellettuale e politico scelgono l'isola-madre come luogo d'elezione professionale.

Attendi...