Arte e architettura

Mappamondino. Antologia di opere tra gli anni '60 e gli anni 2000. Anthology of the Works in the years 1960-2000

Mappamondino. Antologia di opere tra gli anni '60 e gli anni 2000. Anthology of the Works in the years 1960-2000

€ 8,00 € 30,00 73%
€ 4,00

Codice: 425761609271559

Editore: Damiani

Categoria: Altre Arti - Artigianato

Ean13: 9788862080095

San Marino, Galleria di via Eugippo, 24 giugno - 26 agosto 2007. A cura di Vittorio Coen. Fotografie di Fabrizio Garghetti e Lorenzo Franzi. Testo Italiano e Inglese. Bologna, 2007; br., pp. 112, ill. b/n e col., cm 24x28.

  AGGIUNGI AL CARRELLO

Disponibile

  • Soggetti: Architetti e Studi, Arti Grafiche (Disegno, Incisione, Miniatura), Design, Oreficeria (Argento, Gemme, Gioielli, Oro), Pittura
  • Anno: 2007
  • Dimensioni: 24x28 cm
  • Spessore: 9 cm
  • Peso: 1 Kg

Il catalogo che accompagna la mostra sull'opera di Aldo Mondino presso La Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea della Repubblica di San Marino (dal 23/06/07 al 26/08/07) sintetizza solo alcune tappe dell'opera del grande artista torinese attraverso lavori realizzati tra la prima metà degli anni '60 e la prima metà degli anni 2000. Dalle tavole anatomiche a quelle realizzate su quadrettature, fino ai dipinti di soggetto vario realizzati su linoleum e su tela, Mappamondino mette insieme circa quaranta opere di grandi e medie dimensioni in cui emerge la grande curiosità per culture e tradizioni lontane. Curiosità che ha portato Mondino a servirsi di tecniche diverse, dai supporti di linoleum, alla cioccolata, dallo zucchero al vetro, al bronzo ai tappeti di eraclite e a quelli composti a terra con chicchi di caffè e fagioli per finire con Gravère realizzata con sardine vere alla fine degli anni '60... Nato a Torino nel 1938, Aldo Mondino si trasferisce a Parigi nel '59 dove studia mosaico con Severini e viene a contatto con i giovani pittori surrealisti. Tornato in Italia durante gli anni '60, inizia a produrre opere aperte a citazioni di pittori, da Casorati a Dine, con riferimenti al mondo pop, alla segnaletica stradale e all'universo infantile. Nel '76 partecipa alla XXXVIII Biennale di Venezia. Dal 1985 inizia il ciclo legato ai viaggi: Marocco, Turchia, India e l'oriente in generale e nei suoi quadri Mondino rende protagonisti personaggi della vita araba, ma anche rabbini, ortodossi, sultani turchi e danze di Dervisci. Scompare nel 2005.

Potrebbero interessarti anche...
Attendi...