Saggistica

L'economia di Dio. Famiglia e mercato tra cristianesimo, ebraismo, Islam

L'economia di Dio. Famiglia e mercato tra cristianesimo, ebraismo, Islam

€ 10,78 € 16,00 33%
Spedizione gratuita

Codice: 402602559331403

Editore: Salerno

Categoria: Società - Politica - Comunicazione

Ean13: 9788884027832

Roma, 2013; br., pp. 270, cm 15x21. (Piccoli Saggi. 54).

AGGIUNGI AL CARRELLO

Solo uno disponibile

  • Autori: Delille Gérard
  • Soggetti: Edilizia e Materiali
  • Anno: 2013
  • Dimensioni: 15x21 cm
  • Spessore: 18 cm

Platone aveva immaginato una società dove i figli erano di tutti, nessuno conosceva la sua discendenza: tale modello avrebbe assicurato, secondo il filosofo, il governo dei "migliori". L'ebraismo, il cristianesimo e l'Islam hanno invece elaborato "norme" precise e spesso contrapposte per definire e regolare la filiazione, la parentela e l'alleanza. Nella cristianità occidentale, l'importanza data alle donne nella trasmissione dei patrimoni produce una accelerazione nella circolazione dei beni e costruisce ingenti reti di ricchezza e di capitali. Il mondo arabo-musulmano, adoperando il "sistema" antico, basato su una bipolarità Stato-famiglia, alterna periodi di grande splendore con altri di profonda decadenza. Gli ebrei fanno della diaspora uno strumento per costruire reti commerciali internazionali a vasto raggio. Il volume esamina il percorso storico che ha portato all'affermazione di comportamenti familiari, meccanismi di parentela e scambi matrimoniali antagonisti, e analizza le conseguenze che si sono verificate sul piano dell'organizzazione sociale, dei circuiti economici e del sistema politico.

Attendi...