Arte e architettura

Conoscenza e restauro degli intonaci e delle superfici murarie esterne di Venezia. Campionature, esemplificazioni, indirizzi di intervento

Conoscenza e restauro degli intonaci e delle superfici murarie esterne di Venezia. Campionature, esemplificazioni, indirizzi di intervento

€ 39,66 € 45,00 12%
Free

Codice: 979833356194893

Editore: Il Prato

Categoria: Architettura

Ean13: 9788863364033

Saonara, 2017; br., pp. 472, ill. b/n e col., cm 21x24. (Quaderni di Pratica per la Tutela Attiva di Venezia).

  AGGIUNGI AL CARRELLO

3 prodotti disponibili

  • Autori: Doglioni Francesco Scappin Luca Squassina Angela
  • Soggetti: Architetti e Studi, Città, Oreficeria (Argento, Gemme, Gioielli, Oro), Restauro Tecniche di conservazione Beni Culturali
  • Anno: 2017
  • Dimensioni: 21x24 cm
  • Spessore: 30 cm
  • Peso: 2 Kg

Questo volume, vuole mettere a fuoco il tema delle superfici di intonaco e in laterizio a vista che, combinandosi tra loro, formano con la pietra le architetture dei fronti. Le quattro parti del libro, a questo scopo, intendono offrire una sequenza, logica e funzionale, dalla conoscenza all'intervento. La prima parte ha indagato i caratteri degli intonaci e delle murature a vista, portando a nuove acquisizioni e a un quadro di riferimento densamente esemplificato: ne emerge un tessuto di cultura figurativa e materiale che permette di meglio comprendere la ricchezza e l'articolazione storica e costruttiva che Venezia offre con questi suoi elementi. La seconda parte, dopo aver descritto il quadro normativo attuale e averne indicato le criticità, svolge riflessioni e affermazioni, sulle diverse componenti dell'immagine di Venezia e sul ruolo svolto dagli interventi sulle superfici nel suo permanere/mutare; propone infine criteri e indirizzi ai quali riferire gli interventi sulle superfici. La terza parte rilegge interventi realizzati negli ultimi decenni, non di rado di notevole pregio, ne analizza e compara le motivazioni, le modalità e gli esiti; la suddivisione in edifici con murature a vista o rifinite, in architetture a marmorino o cocciopesto, insieme alla fondamentale "non categoria" dell'edilizia minuta o composita ("le altre case") mira a proporre una prima casistica tematica di riferimento. L'ultimo nucleo, riparte dalla conoscenza approfondita attraverso l'analisi chimica e petrografica di campioni significativi e propone un "saper fare" costruito sulla formulazione "inversa" delle malte di risarcimento e sulla realizzazione di campionature speculari agli esemplari antichi riconosciuti. Con contributi di: L. Bassotto, G. Berto, I. Cavaggioni, R. Codello, C. Ferro, M. Menaldo, F. Rizzi.

Potrebbero interessarti anche...
Attendi...