Arte e architettura

Luciano Ventrone. Il limite del vero. Dall'astrattismo all'astrazione.

Luciano Ventrone. Il limite del vero. Dall'astrattismo all'astrazione.

€ 19,90

Codice: 635153498567278

Editore: Cambi

Categoria: Cataloghi e monografie

Ean13: 9788864033204

Testo Italiano e Inglese. Poggibonsi, 2019; br., pp. 72, ill. col., tavv. col., cm 24x28.

AGGIUNGI AL CARRELLO

Solo uno disponibile

  • Autori: Crespi Angelo
  • Soggetti: Libro Monografico, Oreficeria (Argento, Gemme, Gioielli, Oro), Pittura, Pittura e Disegno - Monografie, Saggi (Arte o Architettura)
  • Anno: 2019
  • Dimensioni: 24x28 cm
  • Spessore: 6 cm

Si definisce un astrattista alle prese con la realtà, un metafisico costretto a misurarsi con la caducità della natura. Luciano Ventrone aborre il termine iperrealista che, negli ultimi trent'anni, la critica ha riservato alle sue nature morte, così impressionantemente vere da essere inverosimili, di un realismo così eccessivo da non potersi dare paragone nella realtà. In questo senso si potrebbe usare il prefisso iper- intendendo il desiderio di andare "oltre" quel visibile che ci consentono gli occhi, per addentrarsi nei territori della pura speculazione, come sembra voler fare Ventrone, nelle cui opere c'è molto della tensione metafisica che è alle radici della pittura novecentesca ai suoi albori. E, se non bastasse, ciò che lo contraddistingue dagli "iper" è il modo raffinato con cui sceglie gli oggetti da rappresentare e come li mette in scena, perché la tecnica - scriveva Gillo Dorfles - può essere addirittura un impedimento, se non è accompagnata dal gusto, un gusto che, invece, nel caso di Ventrone, è stato educato alla scuola dell'antico e di Caravaggio consentendogli esiti straordinari, di sublime raffinatezza.

Attendi...