Arte e architettura

Gli incunaboli della Biblioteca Provinciale dei Frati Minori di Firenze. Ediz. illustrata

Gli incunaboli della Biblioteca Provinciale dei Frati Minori di Firenze. Ediz. illustrata

€ 28,00

Codice: 141782368409991

Editore: Pacini Editore

Categoria: Arte Libraria - Epistolari

Ean13: 9788863153101

A cura di E. Di Renzo, C. Razzolini, I. Zanella. Ospedaletto, 2012; ril., pp. 340, ill. (Toscana. Biblioteche e Archivi).

AGGIUNGI AL CARRELLO

Solo uno disponibile

  • Soggetti: Arte Libraria (Carte, Mappe, Codici Miniati), Oreficeria (Argento, Gemme, Gioielli, Oro)
  • Anno: 2012
  • Dimensioni: 17x24 cm
  • Spessore: 22 cm
  • Peso: 1 Kg

"Questo catalogo documenta e descrive l'accentramento presso la Biblioteca Provinciale dei Frati Minori di Firenze delle edizioni del XV secolo provenienti dai conventi francescani della Toscana, un processo non ancora ultimato ma già molto importante. Sarebbe bello annunciare che esso rappresenta un nuovo luminoso passo nella storia secolare dell'Ordine dei Frati Minori. Questo catalogo è, invece, una linea tracciata nella sabbia nel corso di una dolorosa azione di retroguardia che accomuna la storia dei libri di più ordini religiosi durante la seconda metà del XX secolo e nel primo decennio del XXI. Le raccolte francescane sono già state devastate dalle soppressioni dei secoli XVIII e XIX. In questi ultimi anni il mondo in cui viviamo è ulteriormente cambiato e la religiosità francescana è cambiata con esso. L'azione dei frati, decimati dal calo delle vocazioni, si è spostata altrove, nel terzo mondo, nei luoghi caldi e pericolosi del pianeta. Questa riduzione e questo spostamento hanno significato perciò la chiusura di non pochi conventi e la rinuncia ad una presenza capillare sul territorio, con il necessario raduno degli oggetti, soprattutto della suppellettile libraria ed archivistica, presso le sedi centrali della provincia. Tale razionalizzazione ha portato necessariamente alla scomparsa di molte piccole collezioni, ognuna con un legame speciale col proprio territorio." (Neil Harris)

Attendi...