Living in Berlin. Ediz. illustrata

Living in Berlin. Ediz. illustrata

€ 4,03 € 19,90 80%

Code: 870801969878839

Publisher: Motta Architettura 24 Ore

Category: Architecture

Ean13: 9788861161214

Translation by Notini S. A. English Text. Milano, 2010; paperback, pp. 381, b/w and col. ill., cm 13x19. (Tools).

ADD TO CART

Available

  • Authors: Ferrari Federico
  • Subjects: Civil Architecture/Art, Design, Urbanism, Wood (Frames, Carving, Furniture, Tarsia)
  • Dimensions: 13x19 cm
  • Thickness: 25 cm
  • Weight: 1 Kg

Una città risorta dalle proprie ceneri, scenario delle tendenze artistiche più innovative, ormai considerata a livello mondiale la nuova capitale culturale. È Berlino, capace, dopo la riunificazione delle due Germanie, di reinventare se stessa e la propria immagine. Una città in continua evoluzione, ricca di contrasti e inaspettate occasioni, sospesa fra antico e moderno, fra nostalgia per il passato e entusiasmo per il futuro. Dagli hofe di Mitte, le corti storiche divenute luoghi di svago e dedicati al vivere esclusivo, ai quartieri dell'Est come Prenzlauerberg, scampati alle devastazioni della guerra e rinati a nuova vita grazie alla colonizzazione da parte di artisti e creativi giunti da ogni parte del mondo. O ancora l'edilizia socialista riqualificata e riconvertita, gli spazi industriali dismessi trasformati in loft, i nuovi interventi a suturare gli innumerevoli vuoti urbani di una città in cui le ferite della storia sono diventate opportunità per il futuro. Federico Ferrari, architetto laureato presso il Politecnico di Milano e dottorando in urbanistica presso lo IUAV di Venezia, da anni si occupa di critica e storia dell'architettura del secondo novecento, con particolare riferimento all'area lombarda e alle problematiche inerenti il rapporto fra società di massa e morfologia urbana. Oltre a varie pubblicazioni in campo editoriale e accademico e diverse collaborazioni con la Triennale di Milano, fra cui la co-curatela della mostra Casa per Tutti nel 2008, è collaboratore di "Domus" e del "Giornale dell'Architettura".

Wait...