Guercino tra sacro e profano

€ 16,82 € 35,00 52%
Spedizione gratuita

Codice: 254203246058875

Editore: Skira

Categoria: Cataloghi e monografie

Ean13: 9788857235073

Piacenza, Duomo e Palazzo Farnese, 4 marzo - 4 giugno 2017. A cura di Daniele Benati, D. Benati e Gigli A. Milano, 2017; ril., pp. 190, ill. col., tavv. col., cm 24x28. (Arte Antica).

AGGIUNGI AL CARRELLO

4 prodotti disponibili

  • Soggetti: Collezioni, Libro Monografico, Oreficeria (Argento, Gemme, Gioielli, Oro), Pittura, Pittura e Disegno - Monografie, Saggi (Arte o Architettura)
  • Anno: 2017
  • Dimensioni: 24.0x28.0 cm
  • Spessore: 18 cm
  • Peso: 1 Kg

Allorché, tra il 1626 e il 1627, sosta a Piacenza per porre mano a quello che sarà il suo ultimo consistente impegno nel campo della pittura su muro, Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino (Cento, 1591 - Bologna, 1666) è un artista al culmine della sua fama, in grado non soltanto di incarnare al livello più alto i valori morali e civili della città che gli aveva dato i natali, ma anche di rispondere con spirito modernamente imprenditoriale alle richieste che gli giungevano dalle principali città della penisola e dalle grandi corti europee. Attraverso un nucleo limitato ma altamente significativo di dipinti a soggetto sacro e profano e un ricco "atlante" di immagini dedicato ai grandiosi murali che il Guercino ha lasciato nella cattedrale di Piacenza, questo volume rinnova il piacere dell'incontro con la pittura dell'artista e consente di ripercorrerne il lungo tragitto: dagli esordi a Cento, alla fama ottenuta grazie alla prestigiosa attività romana negli anni del pontificato di Gregorio XV Ludovisi (1621-1623), alla gloria cui lo consacra il definitivo trasferimento a Bologna (1642). In questo percorso il lettore è idealmente accompagnato da quanti, a partire da Sir Denis Mahon, hanno provveduto in età moderna a ristabilirne la centralità nel barocco italiano.

Attendi...