Figure femminili (e non) intorno alla nascita. La storia in Siena dell'assistenza alla partoriente e al nascituro, XVIII- XX secolo

Figure femminili (e non) intorno alla nascita. La storia in Siena dell'assistenza alla partoriente e al nascituro, XVIII- XX secolo

€ 25,00
€ 4,00

Codice: 74431939922592

Editore: Protagon Editori Toscani

Categoria: Architettura

Ean13: 9788880241416

A cura di Francesca Vannozzi. Colle Val d'Elsa, 2005; br., pp. 416, 40 ill. b/n, cm 14x21. (Piccola Biblioteca di Ricerca Storica. 13).

  AGGIUNGI AL CARRELLO

Solo un prodotto disponibile

  • Soggetti: Città, Oreficeria (Argento, Gemme, Gioielli, Oro), Saggi Storici
  • Anno: 2005
  • Dimensioni: 14x21 cm
  • Spessore: 27 cm
  • Peso: 1 Kg

Seguendo la linea degli altri lavori che compongono la collana i saggi di "Figure Femminili (e non) intorno alla nascita" rappresentano ricerche condotte su materiali di archivio in massima parte inediti e su un tema di ricerca che indagato a Siena per la prima volta. Il risultato non può che essere nuovo: in parte perché il tema è poco praticato anche a livello nazionale, e in parte ancora maggiore perché assolutamente nuove e inedite sono le informazioni presentate al lettore. I tre archivi dell'ospedale senese Santa Maria della Scala, del Comune di Siena e della Provincia di Siena hanno offerto materiali per ricostruire la storia di una serie di figure, prevalentemente femminili, che hanno operato a Siena intorno alla nascita a partire dalla svolta di metà Settecento: momento nel quale, mentre in tutta Europa le autorità aumentavano la loro attenzione al parto, cresceva ovunque, parallelamente, anche una campagna diffamatoria nei confronti delle ostetriche.Al centro dell'attenzione della ricerca è una professione fino a poco tempo fa praticata solo da donne e rivolta a donne, collocata in un ambito sociale più che sanitario, svolta per lo più fuori dal contesto ospedaliero. Gli autori ricostruiscono il ruolo ricoperto dagli ospedali urbani nel fornire gli spazi per la formazione dei medici e delle ostetriche e per l'assistenza alle partorienti, e nel proteggere o occultare la nascita degli illegittimi e le "gravide occulte" loro madri, sulle quali dalla seconda metà del Settecento si tenevano i tirocini di formazione della scuola di Ostetricia e che per un cinquantennio trovarono accoglienza presso l'ospedale psichiatrico San Niccolò, accanto ai malati di mente. Accompagna nella lettura un ricco apparato di immagini, commentate in due saggi e scelte in una prospettiva temporale più lunga, dal Medioevo al Settecento: esse ci permettono di entrare dentro a camere che sono spazi femminili, ci mostrano le fasi dell'assistenza al parto attraverso l'iconografia della natività, della Vergine, del Battista e di Gesù.

Potrebbero interessarti anche...
Attendi...