Arte e architettura

Studi sui processi formativi dell'edilizia genovese

Studi sui processi formativi dell'edilizia genovese

€ 20,34 € 28,00 27%
Spedizione gratuita

Codice: 88355750257862

Editore: Alinea

Categoria: Architettura

Ean13: 9788881258673

Firenze, 2005; br., pp. 168, ill. b/n, 8 tavv. b/n, cm 22x22. (Studi e Documenti di Architettura. Collana diretta da Giancarlo Cataldi. 24).

AGGIUNGI AL CARRELLO

Solo uno disponibile

  • Autori: Figoli M. Giovanna Semino Rinaldo
  • Soggetti: Arte del Legno (Cornice, Intaglio, Mobili..), Saggi (Arte o Architettura)
  • Anno: 2005
  • Dimensioni: 22x22 cm
  • Spessore: 12 cm
  • Peso: 1 Kg

Conoscere l'evoluzione edilizio-architettonica di una città è patrimonio culturale irrinunciabile per un architetto, per un ricercatore, per uno studente della Facoltà di Architettura. Da questa convinzione è partito lo spunto di ristampare lo studio sulla città di Genova, ormai introvabile e che non ha trovato un completamento da parte di altri ricercatori anche per le molteplici difficoltà del soggetto. Riteniamo, senza alcuna presunzione, che la pubblicazione non sia affatto superata, ma nel tempo l'attività didattica è stata così "ingombrante",anche se coinvolgente, da impedire o meglio da ostacolare un approfondimento scritto, non già mentalmente elaborato e metodicamente ordinato. Genova è ancora una riserva, una miniera per la ricerca. E' necessario ancora approfondire lo studio sulla evoluzione e sulle caratteristiche di adattamento alla morfologia territoriale nonostante il rigido e programmatico concetto edilizio che è durato nel tempo fino all'inizio del XX secolo. La ristampa, riveduta in alcune sue parti, è dedicata agli studenti affinché approfondiscano la conoscenza e la meditazione sull'architettura. Vorremmo che l'intenzione non andasse perduta in quanto, se molti studiosi si sono dedicati con merito alla storia della città, pochi hanno esplorato il terreno infido, perché apparentemente mai certo, del comportamento edilizio, che è sempre fedele a se stesso ma che non si manifesta così palesemente quanto un documento scritto o una scoperta di reperti ben conservati. Le parziali ma metodiche e continue modifiche del "concetto di tipo", sono all'interno dello stesso organismo architettonico. è necessario sintetizzarle con ordine, sempre e comunque. Ogni epoca ne lascia testimonianza reale, non sempre registrata in documenti, ma verificabile dal confronto con altre realtà di aree culturalmente omogenee, o di cultura diversa ma coeve, tenendo conto delle regole. Ed è per la conoscenza delle regole, che comunque sempre l'Architettura impone, che riteniamo la presente pubblicazione particolarmente adatta agli studenti della facoltà, ma anche a chi fa della ricerca una ragione di vita dignitosa. Lo studio parte dall'analisi dei sistemi edilizi nella città antica, per evidenziarne le costanti e le differenze, rivelatrici di interventi di epoche diverse. Così è stato possibile ipotizzare il riconoscimento di un primo impianto romano, nella zona di S.Lorenzo, e le successive fasi di ampliamento e di sviluppo tenendo conto delle avvenute modificazioni dei tessuti , conseguenti ai mutamenti politici, sociali, economici e quindi culturali, che nel tempo sempre si sono manifestati e che ancora sono determinanti. La seconda parte mette in evidenza, a scala ravvicinata, i comportamenti delle strutture edilizie in epoca medioevale, relazionandole con la morfologia del terreno. Le ricche esemplificazioni di realtà minori ancora presenti sull'area territoriale di cultura genovese, e per questo meglio conservate in quanto non modificate troppo nel tempo, hanno confermato l'ipotesi di partenza oltre che fornire un valido repertorio di riferimento. Crediamo che molto si debba ancora dire sull'argomento. Nostra intenzione è quella di riproporre il tema che più amiamo: la conoscenza della città attraverso l'analisi delle diverse scale della sua architettura, partenza irrinunciabile per qualsiasi pensiero progettuale.

Attendi...