Arte e architettura

Noi moriamo a Stalingrado

Noi moriamo a Stalingrado

€ 15,77 € 16,60 6%
Free

Codice: 759601209009489

Editore: Longanesi

Categoria: Storia - Archeologia

Ean13: 9788830423961

Milano, 2006; ril., pp. 269, cm 15x27. (Il Cammeo. 475).

  AGGIUNGI AL CARRELLO

Solo un prodotto disponibile

  • Autori: Caruso Alfio
  • Soggetti: Oreficeria (Argento, Gemme, Gioielli, Oro), Saggi Storici
  • Anno: 2006
  • Dimensioni: 15x27 cm
  • Spessore: 18 cm
  • Peso: 1 Kg

Erano contadini, artigiani, operai, commercianti. Settantasette italiani, tra i 20 e i 35 anni, precipitati nel peggior mattatoio della seconda guerra mondiale: Stalingrado. Erano del 127° e 248° autoreparto: avevano portato uomini e rifornimenti alla VI armata di Paulus e dovevano rientrare dopo aver riempito gli autocarri con la legna per affrontare l'inverno. Furono invece bloccati dall'avanzata dell'Armata Rossa alla fine di novembre del 1942. L'evento che cambiò le sorti del conflitto viene vissuto dal basso, il massacro dei combattimenti s'intreccia ai tormenti di poveri soldati: freddo, malattie, fame crescente. La loro lenta agonia è raccontata dalle lettere spedite a casa. Le ultime, in gennaio, testimoniano la fine di ogni speranza. Dopo la resa, la prigionia falcidia i sopravvissuti.

Potrebbero interessarti anche...
Attendi...