Arte e architettura

Umberto Boccioni. Beata solitudo sola beatitudo

Umberto Boccioni. Beata solitudo sola beatitudo

€ 17,99 € 20,00 11%
Free

Codice: 725892789073174

Editore: Scalpendi

Categoria: Cataloghi e monografie

Ean13: 9788889546505

Segrate, 2013; br., pp. 96, ill. b/n, cm 17x23. (Una Sola Opera).

  AGGIUNGI AL CARRELLO

3 prodotti disponibili

  • Autori: Rovati Federica
  • Soggetti: Oreficeria (Argento, Gemme, Gioielli, Oro), Pittura e Disegno - Monografie
  • Anno: 2013
  • Dimensioni: 17x23 cm
  • Spessore: 8 cm

Beata solitudo sola beatitudo di Umberto Boccioni fu presentata nella sezione italiana al Salon d'Automne del 1909, per poi figurare l'estate seguente nella personale a Ca' Pesaro, quando il pittore aveva ormai sottoscritto l'adesione al Futurismo. Questo lavoro prova a ricostruire la graduale messa a punto di Beata solitudo sola beatitudo dentro l'attività di Boccioni fra 1907 e 1908, accogliendo l'identificazione delle fonti visive già offerte dagli studiosi e aggiungendone alcune nuove, inserendo la comprensione dell'opera nel contesto storico e culturale coevo, greve di tensioni sociali e ideologiche. Sarebbe improprio attribuire al pittore una vocazione prefuturista: se alcune fonti culturali erano condivise, per ragioni di coesistenza cronologica, Boccioni si trovava a perseguire un obiettivo di raffinatezza formale che il Futurismo avrebbe invece ripudiato con violenza: nella misura in cui implicava un distacco dalle violenze del mondo, l'assunto di Beata solitudo sola beatitudo non poteva presentire l'ideologia marinettiana, né quest'ultima avrebbe condiviso quell'ammirazione per la pittura antica che nel pittore si conciliava allora con l'ansia di modernità.

Potrebbero interessarti anche...
Attendi...