Arte e architettura

Giulio Zappaterra. Architetto a Ferrara, 1960-1995. Calligrafie Fotografiche

Giulio Zappaterra. Architetto a Ferrara, 1960-1995. Calligrafie Fotografiche

€ 9,77 € 25,00 61%
Spedizione gratuita

Codice: 352611201242432

Editore: Alinea Editrice

Categoria: Altre Arti - Artigianato

Ean13: 9788860550224

Ferrara, Palazzo ex Borsa, 25 marzo - 9 aprile 2006. Firenze, 2006; br., pp. 160, ill. b/n e col., cm 24x28. (Cataloghi. Monografie. 32).

AGGIUNGI AL CARRELLO

3 prodotti disponibili

  • Soggetti: Architetti e Studi, Arte del Legno (Cornice, Intaglio, Mobili..), Arti Grafiche (Disegno, Incisione, Miniatura)
  • Anno: 2006
  • Dimensioni: 24x28 cm
  • Spessore: 11 cm
  • Peso: 1 Kg

Sommario: Presentazione di Anna Maria Ghiaini, Riccardo Orlandi - Legge Regionale 16/2002 di Piero Orlandi - Introduzione - Giulio Zappaterra, architetto a Ferrara, 1960-95. Calligrafie fotografiche: Biografia di Paolo Arveda, Cristina Nagliati - Le opere selezionate viste da Paolo Zappaterra - Fotografie di Paolo Zappaterra - Itinerario opere selezionate - Incontro con Paolo Arveda e Michele Pastore - Schede: Casa Fiorani di Francesca Pozzi - Cinema Rivoli di Davide Menis - Istituto di Matematica di Cristina Nagliati - Casa Ballardini di Cristina Nagliati - Banca Nazionale dell'Agricoltura di Elisa Marchi - Mortara 70 di Alessandro Gagnolati - Uffici Cassa di Risparmio di Ferrara di Isabella Frignani - Casa degli Angeli di Claudio Tassinari - Torre di Copparo di A. Bagnolati, L. Bergamini, D. Menis, C. Nagliati - Il restauro del Palazzo di San Crispino a Ferrara di Paolo Arveda - Incontro con Giovanna Salussoglia Zappaterra e Gian Paolo Rubin - Guglielmo Busignani ricorda l'amico Giulio Zappaterra - Incontro con Alberto Zanmatti - Giulio e l'Ordine degli Architetti della provincia di Ferrara di Annamaria Monteleone - Guardando dall'altra sponda di Guido Pietropoli - Siediti! Mi mostro... l'allestimento di Lorenzo Bergamini - Elenco completo dei progetti nell'Archivio Zappaterra - Catalogazione documentale delle opere selezionate, Archivio Zappaterra - Gli Archivi degli Architetti e Ingegneri del Novecento a Ferrara: Ricerca sugli Archivi degli Architetti e Ingegneri del Novecento a Ferrara di Cristina Nagliati, Francesca Pozzi - Architettura del Novecento a Ferrara. Alcuni esempi di straordinaria quotidianità di Francesco Scafuri - Progettisti non ferraresi nei periodi Ina-Casa e Gescal di Gianluigi Magoni - Archivi Pubblici e Archivi privati La Festa dell'Architettura 2006 prosegue lo studio intrapreso, già da due edizioni, sugli architetti ferraresi che hanno lavorato a Ferrara e provincia durante il XX secolo. La finalità di tale manifestazione consiste nel conoscere il costruito circostante, inquadrandolo in un determinato periodo storico-architettonico e capendone motivazioni sociali, funzionali. Questa edizione è nata con una sollecitazione in più: grazie alla L.R.16/02 "Norme per il recupero degli edifici storico-artistici e la promozione della qualità architettoniche e paesaggistica del territorio", è stato possibile, oltre al consueto approfondimento su di un professionista, proseguire le ricerche, già iniziate a livello regionale, per "fotografare" lo stato di fatto degli archivi degli architetti e ingegneri del Novecento. La conoscenza, la quantificazione e la localizzazione di tali Archivi sono, a nostro avviso, fondamentali basi per una tutela che deve, prima di tutto, partire da chi è in possesso di questo tipo di documenti per giungere fino ai possibili fruitori, studiosi e progettisti che sempre più di frequente si trovano a dover intervenire su manufatti di interesse storico artistico, benché privi di vincolo. In questo caso l'Archivio di Giulio Zappaterra, perfettamente conservato ed in gran parte già inventariato dall'autore stesso, è stato messo a disposizione dall'architet-to Paolo Arveda, suo collaboratore e socio nello Studio Zappaterra Associati. L'importanza di Giulio Zappaterra per Ferrara è da ascrivere alla sua esperienza di architetto, ai suoi progetti ed alla metodologia di lavoro, al suo contributo dato alla nascita e crescita dell'Ordine Provinciale degli Architetti e senza ombra di dubbio anche alla sua vasta cultura personale, nonché alla spontaneità nei rapporti interpersonali tra colleghi ed amici. Sono questi i punti evidenziati nella presente pubblicazione che, oltre a scandagliare l'opera dell'architetto, non dimentica ciò che fa di un buon professionista un collega da imitare e ricordare. A differenza delle precedenti ricerche, con Giulio Zap-paterra si sono voluti approfondire il tema della professionalità, l'approccio alla composizione e al restauro tipico del periodo tra gli anni '60 e gli anni '90, che contempla una caratterizzazione personale del nuovo intervento nella preesistenza storica con una minuziosa cura del dettaglio. Per lo svolgimento di questo studio è stata operata una precisa scelta degli strumenti di comunicazione: le interviste a chi l'ha conosciuto e le fotografie di alcune opere em-blematiche della sua poetica. L'assunto metodologico diventa così il sottotitolo del catalogo "Calligrafie fotografiche". All'arte della fotografia è demandato il privilegio di ritrarre l'opera di Giulio attraverso la solidità interpretativa di Paolo Zappaterra, suo amico e frequente collaboratore, e attraverso le poetiche descrizioni di Davide Menis e Claudio Tassinari. Il lo-ro "occhio" si fa racconto al di là della parola: un testo im-mediato, completo e autonomo nella dimensione del bello.

Attendi...