Categorie

I più venduti

Informazioni

Nuovi prodotti

Picasso. Della pace e della guerra.

3432873

Jaca Book

9788816605633

Milano, 2018; ril., pp. 160, ill. col., cm 21x27.

Maggiori dettagli

In stock

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

€40,50

50 - 19%

Pagamenti con carte verificati PayPal - NESSUN ACCOUNT NECESSARIO!
Pagamenti con carte verificati PayPal - NESSUN ACCOUNT NECESSARIO!

Scheda tecnica

AutoreCarlo Sini; Pablo Picasso
Prezzo di copertina50.00

Dettagli

Nel 1937 nasce un'opera che è testimone particolare e universale del primo crimine di guerra compiuto in tempo di pace: Guernica. Dopo la scoperta del mito mediterraneo della pace in quella sorta di grand tour che lo vide in viaggio in Italia accompagnato da Cocteau e Stravinskij e che lo mise in rapporto con la grande arte romana ed etrusca ma anche con la cultura "popolare", Picasso grida la sua rivolta contro la barbarie nazista. Vero e proprio atto di accusa, è al contempo la tela che annuncia il futuro: la guerra si giustifica solo con la pace. La pace è la più alta forma di comprensione, ci ricorda il filosofo Carlo Sini in un intervento inedito, riprendendo le riflessioni di Whitehead. Una pace che non è nostalgia di un'età irraggiungibile, ma occasione quotidiana, esercizio di un fare, metodo. Non è un al di là, ma è pratica di un cammino che procede in mezzo alla violenza e alla catastrofe. La pace è l'intelligenza della tragedia e forza motrice: bisogna essere capaci di darsi pace di fronte alla tragedia, perché chi non sa darsi pace non ha pace da dare.